Verona è sempre una delle mie città preferite, riesce sempre a stupirmi per l’accoglienza e per il buon gusto degli abitanti di una città che di giorno splende di meraviglie ed al calare del sole, forse complici le luci al sodio dei lampioni sulle facciate color mattone, fa sentire la necessità di trovarsi in un posto accogliente dopo una giornata passata a visitare monumenti e negozi tra una folla di turisti instancabile.

Arrivati a sera, in questa fantastica città non posso fare a meno di farmi tentare dalle sue prelibatezze ed una delle cose che spesso faccio per avere la possibilità di confrontare le esperienze passate con l’offerta attuale è sicuramente quella di dare un occhio alla guida Michelin. Non tanto per scegliere in virtù delle stelle ma per vedere se lasciarmi tentare da una inaspettata proposta culinaria.

Come è facile pensare, in una città così turistica, le tradizioni restano le stesse ma cambiano spesso le alternative per riscoprire antichi sapori e apprezzare moderne rivisitazioni regionali.

Molto vicino all’hotel ma non troppo sotto i riflettori delle varie guide o blog abbiamo scoperto un piccolo ristorantino dove lo staff, giovane ma ben qualificato, ci ha accolto e guidato alla scoperta della loro offerta. 

La Canonica, grazie al giovane Chef ed alla sua creatività propone piatti leggeri ma sofisticati che strizzano un occhio da una parte a proposte di alto livello ma mantengono il giusto prezzo e lasciano pienamente soddisfatto il palato grazie ad alcune contraddizioni gustative che l’abbinamento dei giusti ingredienti offre.

Oltre a tutte le prelibatezze sapientemente curate di ogni portata, è stato davvero un eccellente consiglio quello di accompagnare la cena con un vino di una piccola cantina con una limitata produzione, perfettamente adatto agli abbinamenti culinari proposti. Il Gigante 2017 della Cantina Martinelli è un vino bianco non filtrato con una ottima persistenza e capace di enfatizzare il gusto di piatti come il persico su crema di cime di rapa o diluire l’intensità di un primo come i ravioli di zucca, bottarga di muggine, zenzero e zucca essiccata. Davvero consigliato!